Benvenuti al website della Associazione della Gioventù Mussulmana Ahmaddiyya Italia   " Le nazioni non possono essere riformate senza una ri-formazione della gioventù."Hazrat Khalifatul Massih II (possa Allah compiacersi di Lui)

 

 

Nel nome di Allah, il più misericordioso, sempre pietoso

 

Hadhrat Al-Haaj Maulana Hakeem Nooruddin(possa Allah compiacersi  di lui)  (1841-1914)

 Khalifatul Masih I (1908-1914)

 

 

English Version


 Hazrat Al-Hakeem Haaj Maulana Nooruddin  Khalifatul Masih I (possa Allah compiacersi  di lui) 


Hazrat Maulana Hakim Nooruddin Sahib (Khalifatul Masih I) è stata una grandissima personalità - un autore di talento, un eminente studioso, uno straordinario virtuoso e un teologo per eccellenza. Essendo molto versato in Medicina, è stato Medico di Corte del Maharaja di Jammu e Kashmir per molti anni.

Egli nacque nel villaggio di Bhera in Punjab nel 1841. Alla ricerca della conoscenza, ha viaggiato in lungo e in largo godendo del privilegio di un soggiorno di quattro anni nelle città sante della Mecca e di Medina.

I suoi servizi per la causa dell'Islam sono senza uguali negli annali di Ahmadiyyat. Il Promesso Messia ,lo ha elogiato in un distico persiano, il che è una bella testimonianza del riconoscimento della sua dedizione e statura.

"Come sarebbe bello se tutti i miei seguaci fossero Nooruddin. Ciò è possibile solo quando il cuore è illuminato dalla luce della verità e da una ferma convinzione".
In Qadian, la sua unica occupazione era l'istruzione religiosa. La sua preoccupazione principale era quella di migliorare le condizioni dei poveri. A dispetto dei suoi limitati mezzi di reddito, la generosità pervadeva la sua condotta. Esercitava la modestia, la gentilezza, la pazienza e l’abnegazione che gli valse l'affetto di tutti coloro che erano intorno a lui. Egli non si è mai avventurato fuori da Qadian né ha scritto mai nulla senza l'approvazione del Promesso Messia.

Sotto il divino comandamento del Promesso Messia, ha avviato il Baiat il 23 marzo del 1889 e la prima persona che giurò il pegno di fedeltà è stata Maulana Hakeem Nooruddin. La sua devozione e dedizione al Promesso Messia è stata completa e totale.

Nel 1893, è venuto a Lahore per ragioni personali e ha deciso di andare un giorno a Qadian che non è lontano da lì. Quel giorno ha cambiato il corso della sua intera vita. A Bhera stava costruendo un grande ospedale, ma, su proposta del PromessoMessia, ha preso la residenza permanente a Qadian mai meditando di tornare alla sua casa ancestrale, così profonda era la sua devozione e obbedienza al suo precettore.
Il seguente episodio è interessante e incita alla fede. Nel 1905, il Promesso Messia andò a Delhi, dove il suo patrigno, Hazrat Mir Nasir Nawab Sahib, era ammalato. Da Delhi, Huzoor inviò un telegramma ad Hazrat Maulana Hakeem Nooruddin Sahib a Qadian perché lo raggiungesse a Delhi con urgenza. Così grande era la percezione di obbedienza e di fedeltà di Maulana che immediatamente dalla sua clinica si mise in viaggio per Delhi, senza i soldi necessari per il treno e altre spese. Disse a un amico,
"Ho ritenuto fosse un peccato ritardare anche solo un momento. Si tratta di una chiamata del mio Maestro. Confido che Dio si prenderà cura della mie necessità".
Accadde così che alla stazione ferroviaria di Batala , da cui doveva prendere il treno per Delhi,incontrasse un ricco. Egli non solo gli pagò il biglietto per Delhi, ma gli gli donò anche parecchio denaro contante.
Hazrat Maulana Hakeem Nooruddin (Khalifatul Masih I) è stato un uomo puro e semplice, tollerante, franco ,diretto e sincero. Aveva eccellenti qualità di amministrazione e di uomo di governo. Aveva una singolare fede in Dio. La sua fiducia in Lui era degna di nota e rimarchevole. Le due situazioni seguenti mettono in risalto questo aspetto.
Una volta, durante il suo soggiorno a Medina, non aveva cibo da mangiare alla sera. Mentre stava andando a Masjid Nabwi a pregare, un poliziotto lo salutò e lo portò dal suo capo che voleva vederlo. L'ufficiale aveva con sé un piatto di dolci. Erano dolci indiani molto gustosi e particolari preparati con l'aiuto di un conoscente; disse, "ho pensato che volevo condividerli con qualcuno dell’ India". E in questo modo miracoloso, Hazrat Maulana ebbe la possibilità di nutrirsi.

Quraishi Ameer Muhammad Sahib di Bhera riferisce:
"Ero in presenza di Hazrat Khalifatul Masih, quando il postino ha portato un pacco VP per 16 rupie, contenente alcuni libri. Egli ha esclamato che questi erano i suoi libri preferiti , ordinati con piacere qualche tempo prima, ma ora non aveva i soldi per pagare. "Dio ha tanta compassione per me che sono certo che Egli manderà giù il suo aiuto, proprio in questo momento." Di lì a poco un indù portò il suo bambino malato. Maulana l'esaminò e scrisse una ricetta. L’uomo gli diede una ghinea (che valeva, allora, 15 rupie), più una rupia per gratitudine e se ne andò.

Hazrat Maulana immediatamente si prostrò in ringraziamentI. "Ero fiducioso che il mio Signore, il mio Amico non mi avrebbe mai abbandonato. Forse l'uomo non avrebbe dato nulla dal momento che, di regola, io non chiedo nulla oppure mi avrebbe dato solo una ghinea. Ma forse Allah gli ha detto che i bisogni del Suo umile Servo dovessero essere soddisfatti in pieno. "

Dopo la scomparsa del Promesso Messia, Hazrat Maulana Hakeem Nooruddin (ra), è stato acclamato all'unanimità come suo successore il 27 maggio 1908. Egli ha guidato la comunità con questa capacità fino alla sua morte ,il venerdì 13 marzo 1914.
Alcuni degli eccellenti risultati da lui raggiunti sono qui descritti brevemente.

1. Egli ha gettato le basi per l'istituzione del Califfato. Egli ha ostacolato con successo i disegni di un gruppo di persone assetate di potere, intriganti e gelose, anche se erano una piccola minoranza.
2. Traduzione in inglese del Santo Corano.
3. Prima missione estera è stata fondata a Londra.
4. Estensioni sono state realizzate a Masjid Aqsa e Talimul Islam High School e Pensionati .
5. Sono stati inaugurati l’ospedale di Noor l e Masjid Noor .
6. Un certo numero di pubblicazioni sono state iniziate per ampliare le attività di propagazione della Jamaat. Tra questi, il "Al Fazal", e "Noor" da Qadian, "Al Haque" da Delhi e "Paigham-e-Sulha" da Lahore.



La notizia della sua morte è stata riportata dai giornali in tutta l'India e sono stati scritti commenti di lode di questo illustre dignitario. Tra loro sono degni di nota, "Il Zamindar", e "Paisa" di Lahore, "Tabeeb" e "Hamdard" di Delhi, "Al Hilal" di Calcutta, "Madina" Bijnour, "Wakeel" e "Wattan" Amritsar e "Istituto Gazette" di Aligarh.

Maulana Zafar Ali, redattore del Daily Zamindar ha scritto:

"Maulana Hakeem Nooruddin Sahib, che è stato un grande erudito e studioso, è scomparso il 13 marzo, dopo una lunga malattia. La sua scomparsa è una grande perdita e ha creato un vuoto
nella comunità musulmana. Si dice che nasce un genio ogni cento anni. L'anima che se ne è andata senza dubbio apparteneva a questa grande albo d’onore ".
Dr Sir Muhammad Iqbal è stato molto impressionato dalla sua professionalità ed erudizione religiosa. Nel 1909 gli inviò un elenco di ricerche teologiche per ottenere la loro corretta interpretazione. Gli chiese anche di rilasciare una dichiarazione (fatwa), in merito alla questione del divorzio dalla propria moglie. La dichiarazione è stato debitamente fatta dal Dott. Iqbal .
Come giusto epilogo, cito un estratto dal libro del Promesso Messia , "Fatah-i-Islam" .Non ci può essere complimento più glorioso dal momento che proviene dal vicario del Santo Profeta.

"Devo ardentemente fare menzione di un fratello nella fede, il cui nome, così appropriato per la sua superba qualità, è Nooruddin - La luce della Religione. Invidio il suo zelo e i suoi sacrifici per la causa dell'Islam. Vedendo questo entusiasmo, io mi sento intimidito dalla Gloria del Signore, come Egli esalta gli esseri umili che sceglie ".
Ogni aspetto della sua vita sembra essere stata governata e colorata dal suo amore e devozione verso Dio. Possa ogni membro della comunità seguire il percorso da lui illustrato. Egli è stato l’esempio perfetto di un vero Ahmadi.
Possa Allah spargere le Sue migliori benedizioni su di lui.