Benvenuti al website della Associazione della Gioventù Mussulmana Ahmaddiyya Italia   " Le nazioni non possono essere riformate senza una ri-formazione della gioventù."Hazrat Khalifatul Massih II (possa Allah compiacersi di Lui)

 

 

English Version

Chi è Allah?

 “ Ascoltate, voi che potete, ciò che Dio vuole da voi. E ciò che Egli desidera è solamente che voi diventiate unicamente Suoi e non associate nessun altro a Lui, né in cielo né in terra. Il nostro Dio è il Dio che è (vivo) ora come era (vivo) prima.

               Egli parla ora come parlava prima. E ode ora come udiva prima .

E’ una falsa nozione che in questo tempo egli oda, ma non parli. Egli ode e parla.  Tutti i Suoi Attributi sono eterni ed immortali . Nessuno dei Suoi Attributi è in temporanea sospensione, né lo sarà mai. E’ l’Unico senza compagni, che non ha né figli né moglie. Lui Solo è senza pari e non c’è nessuno come Lui. Egli è il Solo che è unico  in quanto nessuno dei Suoi Attributi è posseduto esclusivamente da nessun altro all’infuori di Lui .

E’ Colui che non ha eguali. E’ Colui che non ha nessuno che condivida con Lui i Suoi Attributi. E’ l’Unico di Cui nessun potere è meno che perfetto. E’ vicino benché sia lontano ed è lontano benché sia vicino.

Egli può rivelarsi in persona a Ahl-e-Kashf , ma non ha corpo né forma . Egli è sopra  tutto, ma non può dirsi che ci sia niente sotto di Lui. E’ IN CIELO ma non si può dire che non sia in terra. E’ la somma totale di tutti gli Attributi Perfetti ed è la Manifestazione di ogni Vera Lode. E’ la fonte di tutto ciò che è buono e racchiude in Sé tutti i Poteri ed è la fonte  di tutte le beneficenze.  E’ Colui a Cui tutto ritorna. E’ il Signore  di tutti i reami.  Possiede ogni Perfezione ed è libero da tutti i difetti, imperfezioni e debolezze. E’  Sua sola prerogativa  che tutti quelli che appartengono alla terra così come quelli che appartengono al cielo debbano adorarLo.

Per quanto Gli concerne niente Gli è impossibile. Tutte le anime e le loro potenzialità, e tutte le particelle e le loro potenzialità sono Sue e solo Sua creazione. Niente viene in vita senza il Suo intervento. Per quanto lo riguarda Egli Si rivela attraverso i Suoi Poteri, la Sua Onnipotenza e i Suoi Segni. Possiamo arrivare a Lui solo attraverso Lui. Egli rivela sempre la Sua Persona ai giusti e mostra loro  la Sua Onnipotenza – e questo è il solo modo in cui Egli viene riconosciuto e il modo in cui Egli è riconosciuto viene favorito da Lui .Egli vede senza occhi fisici e sente senza orecchie fisiche e parla senza una lingua fisica. Allo stesso modo è la Sua opera che  porta in vita una cosa dal nulla.

Per esempio, nelle visioni del sogno tu vedi come Egli crea un mondo senza materia e ti mostra ogni essere mortale e inesistente come se esistesse davvero. Così sono tutti i Suoi Poteri. Ignorante è colui che nega i Suoi Poteri. Cieco è colui che non ha conoscenza dei Suoi profondi e straordinari Poteri. Egli può, e fa, tutto ciò che vuole, ad eccezione delle cose che violano la Sua Maestà o che sono in conflitto con le Sue Promesse e i Suoi Verdetti. Egli è unico nel Suo Essere, nei Suoi Attributi, nelle Sue Azioni e nei Suoi Poteri. Tutte le porte per raggiungerlo sono chiuse eccetto l’unica porta che ha aperto il Nobile Corano. E tutti i profeti

e tutti i Libri del passato sono tali che ora non c’è nessun bisogno di seguirli separatamente. Questo perché la Profezia di Maometto (sa) li comprende e li contiene tutti. E, a parte essa [la Profezia di Maometto(as)], tutte le strade verso Dio sono chiuse. In essa soltanto sta ogni verità che porti a Dio. Nessuna verità verrà dopo di essa, né c’è stata una verità che non sia presente in essa. E per questa ragione con questa Profezia tutte le (altre) Profezie sono finite. E così doveva essere: perché una cosa che ha un inizio deve avere una fine. Ma questa Profezia di Maometto (sa), nella sua intrinseca beneficenza, non è limitata. Piuttosto la sua beneficenza sorpassa di gran lunga  la beneficenza delle altre profezie. Seguire la Profezia di Maometto (sa) è la via più facile attraverso la quale si può raggiungere Dio. L’obbedienza ad essa vince più di prima  i maggiori  doni  dell’amore Divino e della Divina comunione .”

 (Alwassiyyat , p.12-15)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

aasdasdas